Droni che passione

Cari amici oggi parleremo di una delle mode del momento in ambito tecnologico. I droni. Ebbene sì, se ne parla un po’ dappertutto, molti li hanno già provati e ci giocano o li usano per lavoro, alcune famose aziende stanno studiando come utilizzarli in maniera utile e redditizia. Noi ne abbiamo provati alcuni grandi e piccoli, giocattoli e non. Vediamo cosa è scaturito da queste prove.

Iniziamo parlando di un piccolo drone giocattolo prodotto in Cina e studiato principalmente per uso in ambienti interni. Grande pochi centimetri si pilota agevolmente dopo un breve periodo di test di volo. E’ molto maneggevole ma anche poco stabile a causa delle sue minuscole dimensioni. Per divertirsi in famiglia e per fare qualche volo di prova non è per niente male.

IMG_3053

Diversa è la situazione quando abbiamo provato il Sima R5 un drone giocattolo sempre prodotto in Cina ma utilizzabile all’esterno. Dotato anche di telecamera e un telecomando agganciabile al tablet o al telefono mobile per vedere le riprese dalla telecamera per un esperienza di pilotaggio più immersiva. Ci siamo divertiti molto e grazie alla stabilità dovuta alle sue dimensioni più generose l’esperienza di guida sempre dopo un piccolo periodo di prove ci ha piacevolmente impressionati.

IMG_3067

Parliamo ora del Dji Phantom 4 un drone professionale che grazie alla sua versatilità riesce a fare delle riprese da far invidia a quelle fatte con un elicottero. Dopo un periodo di prova e di addestramento siamo stati in grado di farlo volare facendo ottime riprese e fantastiche evoluzioni. Certo il prezzo non è proprio contenuto ma vale i soldi spesi. Circa 1500 chf.

Sono già presenti nella nostra vita quotidiana e ne sentiamo parlare sempre più spesso. In futuro sicuramente faranno sempre di più e grazie a progetti interessanti voluti da grandi aziende quali Google e Amazon presto ne vedremo delle belle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *